16 Oct
  • By admin
  • Cause in

Che cosa è l’edema e come si può prevenire o limitare?

Un edema si manifesta come gonfiore ai piedi e all’estremità inferiore delle gambe: è conseguenza di un insieme di fattori, spesso combinati tra loro, quali la vasoparalisi, la diminuzione della pressione sanguigna e la prolungata postura seduta in carrozzina. Anche la riduzione dell’attività muscolare (paralisi) contribuisce all’insorgenza di edemi cutanei: come noto, uno degli elementi […]

Leggi tutto
16 Oct
  • By admin
  • Cause in

In caso di gravidanza, quali problemi possono sorgere e quali sono le misure da adottare?

Secondo le esperienze acquisite, non esiste il rischio che durante la gravidanza insorgano particolari complicanze, oltre a quelle relative alla condizione di una donna con una lesione midollare: ciò signi ca che sarà ovviamente indispensabile controllare accuratamente vescica, reni e intestino, nonché sospendere quelle terapie farmacologiche che possono essere dannose per l’embrione o il feto. […]

Leggi tutto
16 Oct
  • By admin
  • Cause in

Come si realizza la ripresa dell’attività sessuale nella donna mielolesa e quali possibilità ha di procreare?

Generalmente si assiste ad un periodo di amenorrea (assenza di mestruazioni) e/o di ovulazione post-traumatica di durata variabile, in genere tra i 2 e i 6 mesi. Successivamente la possibilità di avere gli, compatibilmente con le condizioni generali, ritorna ad essere normale e, in quanto tale, può rendere indicata l’adozione di misure contraccettive (pillola, spirale) […]

Leggi tutto
16 Oct
  • By admin
  • Cause in

In che misura la lesione midollare può influenzare il rapporto sessuale nella donna?

Si è già detto che, a differenza dell’uomo (dove il danno coinvolge anche le funzioni erettive ed eiaculatorie), nella donna il problema essenziale dal punto di vista anatomico è quello della insensibilità che si realizza al di sotto del livello lesionale. Coesistono inoltre alterazioni della lubrificazione vulvo-vaginale e dell’erezione clitoridea: tutto ciò potrà in uenzare […]

Leggi tutto
16 Oct
  • By admin
  • Cause in

Esistono comunque possibilità per il paziente mieloleso di procreare?

La possibilità per il mieloleso di avere gli per via naturale è legata alla presenza di erezioni sufficientemente valide da consentire il coito e alla eiaculazione anterograda durante il coito stesso. Tale situazione si realizza solo in una piccola percentuale di casi (dall’1 al 6% nelle lesioni complete e dal 6 al 10% nelle lesioni […]

Leggi tutto
16 Oct
  • By admin
  • Cause in

In che misura viene compromessa la fertilità del paziente mieloleso?

Una delle limitazioni maggiormente avvertite dalle persone con mielolesione è la compromissione della fertilità che consegue principalmente alla disfunzione eiaculatoria ma anche ad alterazioni qualitative del liquido seminale. La produzione di sperma continua anche dopo la lesione, ma vi può essere frequentemente una riduzione del numero degli sper- matozoi nell’eiaculato o una loro modi cazione […]

Leggi tutto
16 Oct
  • By admin
  • Cause in

Quali accorgimenti di tipo pratico possono aiutare la ripresa dell’attività sessuale?

Prima di riprendere un’attività sessuale regolare deve essere superata la fase di shock spinale e vanno risolti, per quanto possibile, i problemi di natura vescicale e intestinale. Il paziente può aumentare l’intensità delle proprie sensazioni sessuali concentrandosi sulle informazioni verbali della partner circa la natura della stimolazione. Dopo la lesione spinale acquistano maggiore importanza zone […]

Leggi tutto
16 Oct
  • By admin
  • Cause in

Esistono terapie per correggere i deficit della eiaculazione?

La terapia dei deficit dell’eiaculazione è rappresentata dal vibromassaggio penieno e dall’elettroeiaculazione. Il trattamento più utilizzato è il vibromassaggio penieno, che viene realizzato con una stimolazione della superficie ventrale del pene, dalla radice alla regione del frenulo, mediante un apparecchio che produce vibrazioni meccaniche di frequenza da 80 a 100 Hz e ampiezza di 2,5 […]

Leggi tutto
16 Oct
  • By admin
  • Cause in

In che cosa consiste, in particolare, la farmacoinfusione intracavernosa?

La farmacoinfusione intracavernosa (FIC) di farmaci vasoattivi rappresen- ta una delle metodiche terapeutiche più efficaci e diffuse per favorire la ripresa dell’attività erettiva nel paziente mieloleso. È una tecnica che prevede di iniettare, direttamente nei corpi cavernosi del pene, un farmaco cosiddetto “vasoattivo”, cioè in grado di far affluire il sangue nei corpi cavernosi e […]

Leggi tutto
16 Oct
  • By admin
  • Cause in

Esistono trattamenti per favorire la ripresa dell’erezione nel mieloleso?

Allo stato attuale esistono varie possibilità di trattamento dei deficit erettivi. Le protesi peniene, attualmente poco utilizzate, sono costituite da sistemi impiantabili a livello dei corpi cavernosi che consentono, “irrigidendo” arti cialmente il pene, la penetrazione. La scarsa applicazione di questa metodica, oltre ai problemi di accettazione da parte del paziente e della propria partner, […]

Leggi tutto