16 Oct
  • By admin
  • Cause in

PRESIDI PER L’INCONTINENZA (a cura di Daniela Monducci)

Gli ausili hanno lo scopo di aiutare a gestire il problema dell’incontinenza: – proteggendo la cute dall’azione irritante dell’urina e dall’umidità – salvaguardando indumenti e biancheria – controllando la diffusione di cattivi odori Oltre a soddisfare tali bisogni primari l’ausilio deve essere: – semplice da utilizzare – confortevole e discreto – facile da smaltire. GESTIONE […]

Leggi tutto
16 Oct
  • By admin
  • Cause in

Quali regole generali si possono seguire per gestire al meglio la vescica?

Per gestire al meglio la propria vescica, il paziente mieloleso deve osservare queste regole di base: ■ bere almeno 1,5-2 litri di liquidi al giorno per assicurare un adeguato e costante “lavaggio” di reni e vescica (può essere utile aumentare la quota idrica giornaliera e diminuire quella notturna per evitare un’eccessiva diuresi durante le ore […]

Leggi tutto
16 Oct
  • By admin
  • Cause in

Esistono trattamenti chirurgici in grado di migliorare la continenza e lo svuotamento vescicale?

Gli interventi chirurgici possono essere effettuati per migliorare la funzionalità dell’apparato vescico-sfinterico e per prevenire o curare le complicanze. Nel primo caso si tratta di interventi destinati a favorire la continenza o lo svuotamento. Per ridurre le resistenze uretrali si può ricorrere alla resezione endoscopica dello sfintere striato (sfinterotomia) e del collo vescicale (con elevato […]

Leggi tutto
16 Oct
  • By admin
  • Cause in

Come viene eseguito uno studio urodinamico?

■ La cistomanometria è la misurazione contemporanea della pressione vescicale e della pressione addominale. Consente di valutare indiretta- mente l’attività del detrusore durante la fase di riempimento e di svuotamento della vescica. Viene effettuata mediante un catetere vescicale (ed un catetere rettale), collegato ad un rilevatore di pressione: il riempimento della vescica con soluzione fisiologica […]

Leggi tutto
16 Oct
  • By admin
  • Cause in

Che cosa è un esame urodinamico?

L’esame urodinamico consente di studiare la funzione (e di conseguenza la disfunzione) delle basse vie urinarie (vescica, uretra, s nteri): rappresenta l’esame di elezione per la valutazione dei disturbi vescico-sfinterici del mieloleso. Fornisce una serie di parametri (pressione, flusso, attività elettromiografica sfinteriale) indispensabili alla programmazione dell’intervento terapeutico-riabilitativo e ne permette il loro monitoraggio nel tempo. […]

Leggi tutto
16 Oct
  • By admin
  • Cause in

Quali aspetti valutano nel dettaglio le indagini strumentali, radiologiche e di laboratorio che si eseguono per studiare la vescica neurogena?

Gli esami citati consentono una serie circostanziata di valutazioni quali: ■ esami del sangue (test di funzionalità renale: creatininemia, azotemia,clearance della creatinina); ■ cistogra a retrograda con studio della fase minzionale (valuta la morfologia della vescica e dell’uretra durante la fase di riempimento e di svuotamento, mediante il mezzo di contrasto introdotto con un catetere […]

Leggi tutto
16 Oct
  • By admin
  • Cause in

Quali sono gli esami da eseguire per controllare la vescica neurogena?

Vi sono numerosi esami che devono essere effettuati per controllare l’apparato vescico-sfinterico in un paziente mieloleso. Oltre alla già ricordata urinocoltura, altre indagini sono rappresentate da: ■ esami del sangue; ■ cistografia retrograda con studio della fase minzionale; ■ urografia; ■ radiografia diretta dell’addome; ■ uretrografia retrograda; ■ scintigrafia renale; ■ ecografia renale, addominale, vescicale; […]

Leggi tutto
16 Oct
  • By admin
  • Cause in

Quali sono le complicanze legate alla vescica neurogena?

Abbiamo già ricordato le infezioni urinarie, i calcoli e la disreflessia autonomica. Abbiamo accennato al reflusso vescico-ureterale che rappresenta la complicanza più temibile per il rischio di danni irreversibili alla funzionalità renale (insufficienza renale): ci preme sottolineare come spesso tale situazione sia del tutto asintomatica e, pertanto, come sia importante sottoporsi periodicamente agli accertamenti prescritti […]

Leggi tutto
16 Oct
  • By admin
  • Cause in

Che cosa sono i calcoli urinari e come possono essere trattati?

I calcoli sono concrezioni che si formano nei liquidi dell’organismo all’interno di organi cavi (vescica, cistifellea), di dimensioni variabili, unici o multipli, di forma generalmente ovoidale, a superficie liscia e di durezza variabile: i calcoli urinari contengono generalmente, in proporzioni variabili, fosfati, ossalati, urati. Il catetere a permanenza mantenuto a lungo e le infezioni urinarie, […]

Leggi tutto
16 Oct
  • By admin
  • Cause in

Come si curano le infezioni urinarie?

Alcune norme di carattere generale devono essere comunque osservate per prevenire l’insorgenza delle infezioni urinarie: ■ bere abbastanza, di solito almeno 1,5 litri al giorno (di ciò si parlerà anche più avanti nei capitoli dedicati all’intestino e alla dieta); ■ acidi care le urine (per esempio assumendo vitamina C) o utilizzare altri integratori “alimentari” (cranberry, […]

Leggi tutto